venerdì 31 agosto 2012

RACCONTO D'ESTATE - Parte III

Terza puntata di questa lunga estate, scrivo con un ritardo di un paio di settimane rispetto all'ultima tappa del nostro agosto itinerante e mi sembra trascorso un secolo. Le temperature, i colori, i profumi sono lontani... è un po' come mandarsi una cartolina a casa come si faceva negli anni '90 e riceverla al ritorno dalle vacanze...
Montepulciano (SI). La prima volta ci siamo stati nel 2005, era aprile, piovigginava e tirava vento. Lungo la strada si vedeva una piccola chiesa bianca ma non si capiva come fare a raggiungerla, abbiamo girato a lungo prima di imboccare la strada giusta. La chiesa dove un giorno ci sposeremo, nel verde (eravamo intrippati con il bianco e nero all'epoca...ma il verde era verdissimo, potete vederlo qui!).



A Montepulciano allora non c'era nessuno, non era periodo da turisti e il maltempo scoraggiava anche i pochi. Avevamo visitato le cantine, vere cattedrali sotterranee del vino, e poi passando davanti ad una bottega un uomo ci aveva invitati ad entrare. Quell'uomo, Cesare Mazzetti, è un artigiano importante, forse l'ultimo di una famiglia che lavora il rame da generazioni nella Rinomata Rameria Mazzetti. Le sue pentole sono famose in tutto il mondo, a Montepulciano c'è un negozio dove si possono acquistare, ma lui se ne stava là, nella sua bottega e aveva tanta tanta voglia di trasmettere la sua passione e la sua maestria. Ci aveva fatto un regalo: un disco di rame con le nostre iniziali e un fiore al centro, un figlio, e tanti fiorellini intorno, tanti figli, tanti auguri. Uomo di cuore, indimenticabile.


Questa volta è stato tutto diverso, caldo, caldissimo, tanti turisti, la bottega purtroppo chiusa. Solo le cantine sono rimaste le stesse, fresche e maestose. 

Una botte piccola tra le botti grandi !!!

 

13 commenti:

frida ha detto...

bella Montepulciano, bella la Toscana (tanti ricordi anche per noi legati a quella terra) e bella tu!

Sandra c'era una volta Ilaria ha detto...

lacrima lacrima oggi piango facile.
Bellissima tu, la toscana è la terra che forse più di tutte ha raccontato la mia storia d'amore.
L'altra notte ho sognato di trasferirmi proprio in toscana, in un luogo che non esiste chiamato MONTEPAONE vicino a MONTECATINI che era la LAS VEGAS italiana. baci
belle foto

allafinearrivamamma ha detto...

amo Montepulciano..
Fabio ha le sue origini materne lì...
sei bella, tu e la tua pancia, bella..bella...

Silvia ha detto...

Romanziera anche nei sogni, eh!?! Bello Montepaone!!!! ;-)

Silvia ha detto...

Grazie Frida! ;-)

Silvia ha detto...

Ma dai?!? E' bellissima Montepulciano! Avete ancora parenti li'?

iris ha detto...

le immagini delle tue vacanze trasmettono decisamente il tuo stato di grazia...non c'è che dire...una donna incita ha una marcia in più!
Complimenti per le foto...Io non sono proprio capace nemmeno a fotografare un tavolo...e ho sempre ammirato chi sa farle...

Beh tutto questo era un modo per dirti: verresti a fare un servizio fotografico a olivia????!!!!

P.S. il lavoro in rame è bellissimo!

allafinearrivamamma ha detto...

no, niente parenti ormai...nemmeno la casa...e pensa che per la prima volta ho portato io Fabio a visitarla...meraviglia davvero.
e la chiesa del Sangallo l'avete vista vero?
incanto.

Simona pegliese ha detto...

Che belle foto... e come sei bella tu con la panciotta!!!

(mi riconosci? ero maternamente digitale!)

Silvia ha detto...

Iris, grazie!!! La fotografia e' una passione che abbiamo io e Mauro, ci litighiamo ogni scatto! Sarebbe un onore fare pratica con Olivia prima che arrivi la nostra piccolina! Di dove sei?

Silvia ha detto...

Si' Anna, incanto....
;-)

Silvia ha detto...

Grazie cara Simona! Ti riconosco, certo! Nora (e Pulcetta), ti seguiamo sempre!!! E sei tra i miei modelli da seguire, te lo confesso. ;-)

elle ha detto...

Che bellezza, la Toscana...e tu!