mercoledì 9 ottobre 2013

Le dritte di ceci sullo svezzamento

Ciao lettori! Ne è passata di acqua sotto i ponti, eh? Scusate ma sono in fissa con i modi di dire… chi non muore si rivede! Come state? Io vi leggo, eh! Leggo della Picci affamata/assetata/ibernata al nuovo nido (tutta la mia solidarietà sorella ammmmmericana), di Valentina che fa le prove lampo all’asilo e gioca a fare la mammina del coniglio più grande di lei (sei bellissima Vale, sei il mio modello da imitare, soprattutto i capelli), di Anna che vuole la mamma tutta per sè, di Rebecca esploratrice, di Asia che vuole proprio camminare, di Olivia al parco con la mamma che socializza (ci vorrebbe mia mamma al parco con la tua, catalizza idiote anche lei, potrebbero coalizzarsi), di Simone granciuccione... 

Anche mia mamma legge, mi parla spesso di blog-amiche e di blog-ricette e mi promette che me le farà assaggiare tutte e intanto io, a questo proposito, la faccio divertire con 

LO SVEZZAMENTO 

Che brutta parola amici miei! Chi ben comincia è a metà dell’opera? Ebbene noi abbiamo iniziato male. A sei mesi e un giorno al posto del mio bel biberon mi hanno presentato un piattino, un cucchiaino e una sbobbetta gialletta. La mamma faceva più moine del solito e io ho capito subito che mi voleva fregare. 

Ok, l’assaggio. 
Non è male. 
Ok, un cucchiaino me lo prendo, grazie. 

Ma mò non esagerare, due cucchiaini mi sembrano troppi e si fa tardi, è ora del latte. 

Come??? ‘Sta roba è “al posto” del latte? 

Ah, ah, ah. Mamma è una comica nata. Lacrima. Urletto. Piantone. E latte sia. Ho vinto. La pediatra talebana ha detto la sua (digiuno fino al prossimo pasto) ma io e mamma abbiamo concordato uno svezzamento dolce e siamo arrivate a sette mesi, assaggiando frutta varia con il mio cucchiaino preferito… ma così, a perditempo. 





A sette mesi e un giorno la sbobbetta era di nuovo lì e piano piano me la sono mangiata. Pensavo lo stesso al mio latte ma ero sazia e ho aspettato il turno dopo. Per tutta l’estate abbiamo assaggiato sbobbette diverse, verdine, rosine, puzzosette di pollo, di vitello, di agnello, di prosciutto, di pesciolino (di cavallo no, 've prègo). Sbobbette di mais, di cereali, di semolino, di sabbiolina, con parmigiano, formaggino, olio… e sono cresciuta benissimo, in altezza e in larghezza. Il girovita al mare non era dei migliori ma con il costume con i volant e il pareo mascheravo abbastanza.


Da pochi giorni ho compiuto dieci mesi, il manuale della pediatra dice che si possono introdurre tante novità... ma cavolo sempre sbobbette arrivavano, sapori nuovi si fa per dire, sempre ‘sto cucchiaino/aeroplanino... Sabato mattina mi sono fatta coraggio e ho chiesto alla mamma un appuntamento per parlare, io e lei, a tavola, a pranzo. 
Chi non risica non rosica. E’ stata grande, ha capito senza una mia parola (meno male, ne so pochissime…):

 basta cremine, qui si mangia perdavvero!

Un esempio? Sabato si è presentata con un risottino bello sodo da mangiare con le mani, le sue per ora… ma ci sto lavorando! Domenica? Polentina soda con stracchino, carota a pezzetti e un filino d'olio toscano (mamma ha letto qui che le verdure ce le gustiamo meglio una a una). Oggi? Ricotta, fagiolini, pesca a pezzettini e mollichine di pane. Ieri? Stelline al ragù (cucchiaino consentito) e prugna grandissima ciucciata in mano, mia. Acquolina, eh!?! Un bocconcino di un sapore e poi un bocconcino di un altro, uno bianco e uno verde, uno giallo e poi una mollichina di pane… se no mi rompo! E ogni due o tre bocconi un goccetto d’acqua (come i grandi pliiiiis, col bicchiere), un bacino di incoraggiamento e un applauso finale (so fare anche questo, lo chiamiamo “batti batti”). 

Questa sì che è vita! 

Come premio alla mamma ho fatto uno sforzo grande grande e indovinate un pooooooò? Meglio tardi che mai... ho tirato fuori il primo dentino. Non commentate. Non voglio sapere quanti ne avete voi, le vostre figlie, cugine, sorelle soprattutto se più piccole di me. 
Non è una gara. 
Ci rimango male. 
Io ne ho solo uno. 
Bellissimo. 
E mi ha fatto un male cane. 
E una foto non ve la posto, prima lo faccio crescere un pò se no mi prendete in giro.







Alla prossima dritta... 
... parlerò di moda!
Finalmente si fa il cambio degli armadi. 

☺ Ceci ☺

5 commenti:

Jenisha ha detto...

ho riso come una matta dentino :-)...è bellissima:-):-)

frida ha detto...

che carino questo post!!!!!!mi mancavate! ceci sei sempre più simpatica e bella!

ero Lucy ha detto...

Hahahahahahahahaha la prova costume che ridere!!!
Comunque amica mia, a parte che il congelamento e' stato solo un giorno, ma volevo dirti preparati perche' da che io ho cominciato a masticare cose un po' piu' consistenti, I denti si sono moltiplicati!
Vi abbracciamo forte :)

iris ha detto...

buahahahahha!!!!!! Ma come??? Ceci ha 10 mesi????? Ma è passato così in fretta il tempo???? Ma quanto è bella????
Ma guarda secondo me hai fatto benissimo con lo svezzamento soft. Io invece ero ossessionata dal fatto che non mangiasse e sono andata subito giù pesante fin dall'inizio. A me manca la fantasia in cucina e la povera Olivia mangia sempre le stesse cose...sebbene le faccia provare spesso le cose che mangiamo noi. Ma sinceramente io non riesco ancora a capire cosa le piace e cosa no. So solo che con il prosciutto e il formaggio vado abbastanza sul sicuro. Io la sera le dò il passato di verdure con la pastina e a pranzo la pasta col sugo di pomodoro oppure con le zucchine. Mia madre mi ha fatto delle polpette di carne che ho congelato e a volte gliene dò una oppure il nasello/platessa...Ma dire che le piace una cosa piuttosto che un'altra è impossibile...anche perchè Ceci, la tua cara amica Olivia, a 14 mesi suonati non dice una parola, nemmeno Mamma...sob...(però ha un sacco di denti...che utilizza per mordermi...sono piena di lividi!)

annina ha detto...

che bella che e'..^^